04-04-2018

Lavorare e vivere nelle grandi città: Bologna

Bologna “la dotta” è la città ideale per chi cerca una piazza a misura d’uomo, dalla fervente vita culturale e, allo stesso tempo, vicina a tutti i nodi nevralgici del Paese e all’Europa. Grazie all’alta velocità ferroviaria, all’importante rete autostradale e all’aeroporto Guglielmo Marconi (oltre all’hub di Forlì che si trova a 70 km circa), dal capoluogo regionale si raggiungono in poco tempo Roma, Milano, Firenze, oltre alle maggiori capitali europee. Senza considerare la magnifica posizione di cui gode la città: a metà strada tra le montagne e il mare, un ulteriore vantaggio per chi sceglie di vivere e lavorare nel capoluogo dell’Emilia-Romagna.

Scopriamo insieme lo spirito della città e le opportunità offerte a chi voglia lavorare e viverci

Lavorare a Bologna: i settori trainanti dell’occupazione

Università, editoria, enogastronomia e numerose imprese d’eccellenza per il Made in Italy. Bologna offre tante prospettive per chi vuole ritagliarsi un percorso professionale nel capoluogo. Negli ultimi dodici mesi si sono registrati segnali incoraggianti nel mondo dell’imprenditoria bolognese. Lo sostiene lo studio della Camera di Commercio Locale, che sottolinea l’accelerazione nella nascita di società di capitali in città. Nel 2017 se ne sono contate 860 in più rispetto all’esercizio precedente. L’aumento ha toccato le imprese di servizi (che rappresentano il 62,8% del totale) dove sono state annoverate 157 nuove aziende nel corso dell’anno, trainate dalle società specializzate nei servizi di ospitalità, ristorazione e nelle attività professionali. Buone anche le prospettive per il prossimo futuro: un recente rapporto Nomisma prevede per l’Emilia-Romagna un tasso di crescita superiore alle previsioni medie del Paese.

Bologna è sede dell’Università più antica del mondo occidentale (affonda le sue radici al 1088); e, ancora oggi, sono numerose le occasioni che ruotano attorno a questo centro di formazione d’eccellenza a livello internazionale. Porte aperte quindi, oltre che a docenti e personale amministrativo, anche alle professioni legate al mondo dell’ospitalità e della ristorazione, per servire le centinaia di migliaia di studenti che affollano la città.

Qui ha la sede centrale uno dei quotidiani nazionali (Il Resto del Carlino)  oltre a diverse case editrici storiche che alimentano il mondo dell’editoria e della comunicazione. Giornalisti, fotografi, grafici, pubblicitari, organizzatori di eventi, addetti stampa possono mettersi in gioco.

Da sempre Bologna è considerata una delle capitali dell’enogastronomia a livello mondiale. Sono numerose le imprese che ruotano attorno al settore agroalimentare e la recente apertura di F.I.C.O., dedicata alle eccellenze alimentari italiane, ha rafforzato ulteriormente il comparto.

Bologna è tra i centri più accoglienti nell’ambito delle start up tecnologiche. Spazio quindi alle professioni del presente e del futuro.

Il capoluogo, infine, è sede di grandi gruppi nazionali e internazionali che si occupano dei più disparati settori commerciali: alimentare, ma anche motorizzazioni, meccanica, tecnologia e editoria.

Vivere a Bologna: i migliori quartieri dove abitare

Bologna è una delle città più belle d’Italia grazie alle sue vestigia medioevali. È l’ideale per chi ama vivere in una realtà dove tutto è a portata di mano e si è circondati da una bellezza senza tempo. Che si scelga il suo centro storico o le zone che danno sui decantati colli, le occasioni non mancano. I prezzi sono ancora vantaggiosi rispetto a realtà più grandi come Milano o Roma, soprattutto dopo la recente frenata nelle compravendite registrata dall’Osservatorio del mercato immobiliare nel terzo trimestre del 2017 (- 8,5% su base annuale che si va ad aggiungere al -4,3% registrato nel secondo trimestre).

Ecco alcune delle aree migliori dove cercare casa a Bologna.

Centro storico

È il cuore della città: racchiuso tra l’università e le vecchie mura, ora delimitate dalla circonvallazione dei viali. Qui ci sono i principali palazzi istituzionali e nobiliari, protetti da chilometri di portici: il regno di shopping, vita notturna e cultura. La zona alterna palazzi nobiliari sul corso principale a un’edilizia più popolare nelle vie laterali che oggi è nota come “vecchia Bologna”.

Gli spazi verdi privati e pubblici, la pedonalizzazione dell’area e la vicinanza ai servizi rendono questa zona particolarmente accogliente. Le abitazioni arrivano ai 4.000 euro al mq della zona pedonale d’Azeglio. Leggermente più economica la zona della Cerchia dei Mille (3600 euro al mq) e Due Torri (3300 euro al mq). Al di là dei prezzi, la domanda immobiliare nei pressi dell’Università è sempre alle stelle per qualsiasi tipologia di immobile, residenziale o commerciale.

Rione Mazzini-Murri

È ritenuto il quartiere più elegante della città, soprattutto nella zona Pedecollinare intorno ai Giardini Margherita, dove i prezzi sfiorano i 4.600 euro al mq. Qualche abitazione più economica si trova nelle aree di Murri Est, dove i prezzi delle abitazioni partono da 3250 euro al mq, Murri-San Vitale (3300 euro al mq) e Mazzini-Foscolo (2600 euro al mq). Graziose case Liberty dei primi anni del Novecento e parchi ben curati contraddistinguono la zona.

Quartiere Massarenti – Sant’Orsola – Megoli

In questi ultimi anni si sta assistendo alla rinascita del quartiere, nato nei primi anni del Novecento attorno al polo ospedaliero Sant’Orsola. Gli spazi verdi, i numerosi negozi di Via Massarenti e la breve distanza al centro (1,5 km), oltre alla presenza di efficienti mezzi pubblici, sono i punti di forza dell’area. Qui i prezzi delle abitazioni partono da 3000 euro al mq.

Borgata San Donato – Fiera

Posizione strategica a ridosso della fiera, breve distanza dal centro e prezzi convenienti (prezzi da  circa  2700 euro al mq) sono tra i punti di forza della zona. Il quartiere è molto vasto e presenta ancora degli scorci sull’antica porzione agricola dell’area, che si uniscono alla spinta finanziaria che ha il suo centro propulsore nel Fiera District.

Quartiere Toscana – Savena

È una delle zone più verdi della città, grazie anche alla recente realizzazione di un parco sugli argini del fiume Savena che segna il confine tra Bologna e il Comune di San Lazzaro. Il quartiere è ben collegato al centro e all’università, ed è particolarmente adatto alle famiglie grazie alla presenza d‘importanti spazi verdi e di numerosi istituti scolastici. Non manca, tra i molteplici servizi destinati alla comunità, anche la presenza della Biblioteca Natalia Ginzburg. Qui si alternano epoche e stili architettonici tra ville, piccole palazzine a condomini degli Anni ’90. Le abitazioni partono da 2700 euro al mq.

Quartiere Costa – Saragozza

È un quartiere molto vasto: parte dal centro storico e arriva al confine della città con il comune di Casalecchio di Reno toccando lo stadio, il santuario di Santa Lucia e le colline. Qui convivono stili architettonici di diverse epoche, dagli anni ’30 ad oggi. Saragozza è particolarmente ricercata per la qualità delle costruzioni e l’atmosfera. I prezzi partono da 3150 euro al mq.

Zona Bolognina

Anche la zona cosiddetta “Bolognina” è da considerare con attenzione. Appartenente al quartiere Navile, la zona Bolognina si trova a nord della Stazione Ferroviaria, in un’area che fa da raccordo tra il centro città e la zona Fiera. Grazie a un’intensa riqualificazione urbana, la zona è in fermento dal punto di vista immobiliare e imprenditoriale, e le case godono di maggiori spazi rispetto al centro storico, a prezzi più invitanti. I prezzi medi si aggirano attorno ai 2.000 euro al metro quadro.

Spostarsi a Bologna: la rete di trasporto pubblica

Bologna è servita da un sistema auto-tramviario efficiente e capillare: all’interno del comune sono presenti 47 linee urbane, 4 navette e servizi notturni. Il servizio di trasporti pubblici del capoluogo dell’Emilia-Romagna ha più volte vinto il premio come migliore servizio dell’anno.

Il centro storico è off limits per auto e moto private, anche per questo il modo migliore per muoversi in città è utilizzare i mezzi pubblici o le bici, comprese quelle in affitto con il bike-sharing. Chi ama le due ruote, sul territorio trova ben 120 chilometri di piste ciclabili che collegano il centro alla periferia.

Torna a Vendere comprare nelle città

UniCredit Subito Casa Società di Intermediazione Immobiliare di UniCredit SPA

UniCredit Subito Casa S.p.A. Società con socio unico – Capitale Sociale € 500.000,00 Interamente versato Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano, Codice Fiscale e P.IVA n°08583660967
Numero REA MI-2035532 – Società soggetta a direzione e coordinamento da parte di UniCredit S.p.A. UniCredit Subito Casa S.p.A.
Sede Legale: Via G.B. Pirelli, 32 20124 Milano MI – Numero Verde 800.89.69.68 | www.unicreditsubitocasa.it